Bandi di concorso

Avviso Pubblico per la mobilità ordinaria in ERP

avvisi
Data di pubblicazione: 01-07-2021
Data di scadenza: 31-12-2021
Sede di prova
- Provincia: LI
- Comune: SUVERETO
- Indirizzo: PIAZZA DEI GIUDICI 3

Il presente Bando promuove la mobilità nel patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica attraverso l'utilizzazione degli alloggi liberi di nuova realizzazione o di risulta. E' possibile presentare domanda di mobilità per gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, allo scopo di rispondere a motivate esigenze di cambio alloggio da parte di assegnatari definitivi/ordinari di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Per ciascun anno di attivazione della misura, a partire dalla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico, i soggetti in possesso dei requisiti sotto elencati potranno presentare domanda per chiedere un cambio di alloggio a causa di situazioni di disagio abitativo che siano emerse nel corso dell’assegnazione.  Possono concorrere i cittadini che si trovano nelle seguenti condizioni:

 

  1. titolarità diritto di assegnazione ordinaria/definitiva di alloggi di edilizia residenziale  pubblica;
  2. assenza di una condizione di morosità nel pagamento del canone di locazione e delle quote accessorie per servizi, per un periodo superiore a 6 (sei) mesi. Saranno sottoposti a valutazione gli eventuali accordi con Casapl S.p.A. per l’estinzione della morosità pregressa.
  3. possesso dei requisiti previsti per il mantenimento del diritto di assegnazione. Nello specifico:
  • cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all'Unione europea o, se cittadino non appartenente  all'Unione  europea,   possesso dei requisiti previsti dal Testo  Unico sull'immigrazione per accedere a ERP.
  • possesso ISEE in corso di validità e privo di difformità di valore non superiore ad € 36.151,98, salvo che all'interno del nucleo familiare con ISEE uguale o inferiore a € 50.000 sia presente un soggetto con invalidità riconosciuta al cento per cento;
  • assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare ubicato ad una distanza pari o inferiore a 50 Km. dal comune di Suvereto (La distanza si calcola nella tratta stradale più breve applicando i dati ufficiali fomiti dall'ACI. L'alloggio è inadeguato alle esigenze del nucleo familiare quando ricorre la situazione di sovraffollamento come definita dalla L.R. 212019);
  • assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili o quote di essi ubicati su tutto il territorio italiano o all'estero, compresi quelli  dove ricorre la situazione di sovraffollamento, il cui valore complessivo sia superiore a 25.000,00 euro. Per gli immobili situati in Italia il valore è determinato applicando i parametri IMU mentre per gli immobili situati all'estero il valore è determinato applicando parametri IVIE (Imposta Valore Immobili Estero).

Si può presentare domanda se titolari di diritti di proprietà di un solo immobile ad uso abitativo in presenza delle seguenti fattispecie:

  • coniuge legalmente separato o divorziato che, a seguito di provvedimento dell'autorità giudiziaria, non è assegnatario o comunque non ha la disponibilità della casa coniugale di cui è proprietario;
  • alloggio dichiarato inagibile da parte del comune o altra autorità competente; in caso di avvenuta rimessa in pristino il titolare è tenuto a darne comunicazione al comune o al soggetto gestore entro sessanta giorni;
  • alloggio sottoposto a procedura di pignoramento a decorrere dalla data di notifica del provvedimento emesso ai sensi dell'art. 560 c.p.c.;
  • assenza di patrimonio mobiliare del nucleo familiare a fini ISEE, calcolato ai sensi della L.R.n. 2/2019, superiore a € 75.000;
  • assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di natanti o imbarcazioni a motore o a vela iscritti nei prescritti registri, salvo che costituiscano beni strumentali aziendali;
  • assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di un autoveicolo immatricolato negli ultimi 5 anni avente potenza superiore a 80 KW (110CV) (In caso di veicoli a propulsione ibrida non viene considerato l'apporto del propulsore elettrico. Sono fatti salvi gli autoveicoli che costituiscono beni strumentali aziendali).
  • assenza da parte del nucleo familiare di un patrimonio complessivo superiore al limite di € 100.000 (Il patrimonio complessivo è composto dalla somma del patrimonio immobiliare e del patrimonio mobiliare, fermo restando il rispetto dei limiti di ciascuna componente come fissati dalla L.R.n.212019);
  • assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di attuale occupazione abusiva di alloggi di ERP senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, nonché di occupazioni non autorizzate secondo quanto disposto dalla normativa in materia, nei 5 anni precedenti la presentazione della domanda (La titolarità del diritto di assegnazione non può essere riconosciuta a coloro che attualmente o nei 5 anni antecedenti abbiano occupato un alloggio ERP senza averne titolo).
  1.  assenza condizioni di decadenza della titolarità del diritto di assegnazione previste dall'articolo 38 della L.R. 2/2019 (mancata utilizzazione dell'alloggio, cessione dell'alloggio a terzi o mutazione destinazione d'uso, esecuzione opere abusive, aver adibito l'alloggio ad attività illecite, aver commesso gravi violazioni delle norme regolamentari, ecc.).

l requisiti di cui sopra debbono essere posseduti da parte del richiedente e da parte degli altri componenti il nucleo familiare assegnatario alla data di presentazione della domanda nonché al momento della assegnazione del cambio di alloggio.

La richiesta di mobilità può essere presentata in favore dei componenti il nucleo familiare residenti nell'alloggio assegnato, legittimati ad abitarvi od autorizzati da Casalp S.p.A. ai sensi dell'art. 17 della Legge regionale.

Possono presentare domanda i residenti nel territorio comunale (mobilità ordinaria) o di altro Comune in ambito Lode livornese (mobilità intercomunale).

Gli interessati potranno presentare istanza di mobilità in qualsiasi momento dell'anno di attivazione della misura.

Le domande di partecipazione al presente avviso pubblico devono essere compilate unicamente sui moduli predisposti dal Comune di Suvereto reperibili sul sito istituzionale all’indirizzo www.comune.suvereto.li.it.

Solo in caso di impossibilità di utilizzo dello strumento telematico, il modulo potrà essere ritirato in formato cartaceo presso l’Ufficio sicurezza sociale del Comune di Suvereto, previo appuntamento telefonico (Giulia Brancaleone 0565-829923).

Le domande, con l'apposizione di marca da bollo di € 16,00, dovranno essere complete di tutti i dati richiesti, corredate da tutta la necessaria ed idonea documentazione.

La mancata sottoscrizione della domanda costituisce causa di esclusione dalla graduatoria.

Al fine di favorire l'individuazione dell'alloggio più adeguato alle esigenze del nucleo familiare, il richiedente dovrà indicare nella domanda: zona, superficie, piano dell'alloggio richiesto ed ogni altra informazione utile alla valutazione delle esigenze familiari.

Le domande dovranno essere presentate al Comune di Suvereto esclusivamente nelle forme di seguito indicate:

Indipendentemente dalla modalità di presentazione, le domande dovranno essere debitamente sottoscritte nelle parti indicate nel modulo e corredate da fotocopia di un documento d'identità del richiedente.

Per  l'attribuzione  del  punteggio  di  cui  all'articolo  5 del bando,  in  presenza  delle  relative  condizioni,  è necessario produrre i seguenti documenti:

  1. Certificato da parte dell'autorità competente attestante menomazioni di qualsiasi genere che comportino una diminuzione permanente della capacità lavorativa superiore a 2/3 o pari al 100%, relativa a componenti il nucleo familiare di età compresa fra il 18° e il 65° anno di età alla data di presentazione della domanda;
  1. Certificato da parte dell'autorità competente attestante l'invalidità, ai sensi dell'art.2 comma 2° della L. 118/71, di componenti del nucleo familiare che non abbiano compiuto il18° anno di età alla data di presentazione della domanda, ovvero l'invalidità, ai sensi del D. lgs. 509/88, di componenti del nucleo familiare che, alla data di presentazione della domanda, abbiano superato il 65° anno di età, a prescindere dalla percentuale di invalidità;
  1. Certificato da parte dell'autorità competente con cui si dichiara che l'alloggio presenta umidità causata da capillarità diffusa, ineliminabile se non con straordinari interventi manutentivi;
  1. Documentazione medica attestante eventuali patologie equiparabili a quelle previste al punto 9 dell’art 5 del presente bando,
  1. Certificato da parte dell'autorità competente o certificazione dell'Ufficio Manutenzione di CASALP, attestante l'esistenza nell'appartamento, dotato di ascensore, di barriere architettoniche tali da determinare grave disagio abitativo al soggetto con grave handicap motorio o di cieco assoluto, facente parte del nucleo familiare.

l certificati relativi al sopralluogo dell'autorità competente devono avere una data di rilascio non antecedente ai 6 (sei) mesi rispetto alla data di presentazione della nuova domanda.

Le istanze pervenute dalla data di pubblicazione del presente bando fino al 31 dicembre 2021 saranno inserite in graduatoria entro il 30 marzo 2022.

Successivamente le domande pervenute entro il 30 giugno di ogni anno verranno inserite in graduatoria entro il  30 settembre dello stesso anno.

Le domande pervenute entro il 31 dicembre di ogni anno saranno inserite in graduatoria entro il  30 marzo dell'anno successivo.

La graduatoria sarà pertanto soggetta ad aggiornamenti semestrali. Ogni graduatoria resta efficace fino alla data di pubblicazione della successiva graduatoria integrativa. I  termini di cui al presente comma potranno subire proroghe per motivate esigenze istruttorie.

La graduatoria di mobilità, con l'indicazione dei modi e dei tempi per l'opposizione e del nome del funzionario responsabile del procedimento, è pubblicata in apposita sezione del sito internet del Comune fino all'approvazione del suo successivo aggiornamento. La graduatoria è pubblicata in una forma che garantisca l'anonimato dei richiedenti. Agli aventi titolo e ai rappresentanti dei Sindacati dei  proprietari e degli inquilini, aventi interesse, è garantito l'accesso ai dati e alle informazioni nel rispetto della normativa sulla privacy.

L'assegnatario che, previa diffida del Soggetto Gestore, non sottoscriva il contratto di locazione e non provveda ad assumere in consegna l'alloggio entro i successivi 60 giorni, è dichiarato decaduto dall’assegnazione.  

A seguito dell'assegnazione in cambio alloggio, il nucleo familiare mantiene una disponibilità provvisoria dell'alloggio di provenienza. Il nucleo è tenuto a riconsegnare l'alloggio di provenienza nella disponibilità di CASALP S.p.A. entro 60 giorni dalla stipula del contratto di locazione del nuovo alloggio.

 

CHI CONTATTARE:

Responsabile del procedimento  Giulia Brancaleone, Ufficio sicurezza sociale Comune di Suvereto, tel 0565-829923, mail: g.brancaleone@comune.suvereto.li.it

 

Allegati

Allegato: BANDO MIBILITA' ERP 2021.pdf (Pubblicato il 30/06/2021 - Aggiornato il 30/06/2021 - 1098 kb - pdf) File con estensione pdf
Allegato: DOMANDA MOBILITA' ERP 2021.pdf (Pubblicato il 30/06/2021 - Aggiornato il 30/06/2021 - 992 kb - pdf) File con estensione pdf
Contenuto creato il 30-06-2021 aggiornato al 30-06-2021
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza dei Giudici, 3 - 57028 Suvereto (LI)
PEC comune.suvereto@postacert.toscana.it
Centralino 0565829923
P. IVA 00218220499
Linee guida di design per i servizi web della PA